background balance beach boulder

5 CONSIGLI PER RECUPERARE SE’ STESSI

Dite la verità, durante questo periodo di pandemia ci siamo persi un pò tutti. Del resto non è facile rimanere psicologicamente stabili dopo tutto quello che è successo nel 2020. I nostri 5 consigli per recuperare sé stessi hanno lo scopo di stimolare un cambiamento in noi che ci permetta di riprendere il nostro equilibrio psico-fisico. Equilibrio che non può mancare nella nostra vita ed è del tutto personale.

Per recuperare il buon umore si deve ammettere che il sito Scontifissi.it aiuta tanto, in quanto tra le sue sezioni propone tutta una serie di prodotti gustosi e naturali. Nello specifico sto parlando prima di tutto delle gustosissime delizie Golosalba, che abbiamo presentato qui. In secondo luogo dell’ottimo caffè Lavazza. Naturalmente scherzo, non credo sia solo il cibo o un buon caffè che ci permetterà di recuperare la nostra condizione psichica. Siamo diventati talmente deboli e vulnerabili che ci vuole ben altro

Prendete quindi i nostri 5 consigli per recuperare sé stessi come uno stimolo al cambiamento della nostra condizione psicologica e non come solo un obbiettivo estetico da raggiungere. L’ultima cosa che ci sogneremmo di fare è dare prescrizioni su comportamenti alimentari. Non è lo scopo di questo articolo. Vorrei solo che utilizzassimo l’idea di fondo dei 5 CONSIGLI PER RECUPERARE SE’ STESSI, quella cioè che permette di sbloccare la nostra mente e aprirla al cambiamento imposto dalla situazione contingente.

Proviamoci con i 5 CONSIGLI PER RECUPERARE SE’ STESSI

Personalmente sono consigli che utilizzo da un qualche tempo e devo dire che ho riabbracciato completamente una buona parte di me stesso. Non sento però di essere arrivato ad una condizione di stabilità psico-fisica tale da ritenermi aldilà del guado. Mi hanno garantito però di diventare psicologicamente meno vulnerabile. Naturalmente ognuno sarà capace di adattare tali consigli al proprio modo di essere, ma seguendo il filo logico che sta dietro a tali indicazioni sicuramente si trarrà beneficio.

Non la classica stupida e inutile lista di prescrizioni.

Non voglio stilare la classica e stupida lista di consigli utili che troviamo sul web. Quei consigli li potrete trovare dappertutto. Basta scrivere su google CONSIGLI PER….QUALSIASI COSA e google vi dara una marea di siti dove trovare suggerimenti per ogni occasione. Qui voglio parlare di qualcosa di più profondo. Voglio darvi qualcosa di personale, concetti che ho imparato da un percorso psicologico personale, iniziato da un pò di tempo. Da tale percorso ho ritrovato la forza per riprendere anche la mia forma fisica ideale, cosa che, se non non fossi stato stabile psicologicamente, non sarebbe stata mai raggiungibile. Ho avuto poi il desiderio di condividere il mio percorso, con chi deciderà di leggermi, per questo ho ideato la formula 5 CONSIGLI PER RITROVARE SE’ STESSI.

Come dicevo nell’articolo PANE PANE VINO AL VINO sono arrivato ai miei quasi 42 anni seguendo con tenacia la strada dell’amicizia ad ogni costo, ma eventi esterni mi hanno indotto dover fare bruciata dietro di me. Mi hanno spinto a ricominciare con spirito diverso, abbandonando le illusioni di un mondo senza invidie finora nutrite. 

grazie ai 5 CONSIGLI PER RECUPERARE SE’ STESSI IL CAMBIAMENTo E’ ALLE PORTE

E’ giunto il momento di cambiare atteggiamento verso noi stessi e verso il mondo esterno. Dal ragionamento fatto e se mi avete seguito sul Blog, avrete sicuramente percepito da quale condizione psicologica sono partito. Una condizione di assoluta debolezza e fragilità interiore, insicurezza e frustrazione. Ho rappresentato tale condizione nell’articolo, IL BIGLIETTO DICEVA: JUVENTUS-INTER, ALLIANZ STADIUM, 1 MARZO 2020. Da tale situazione psicologica mi sono imposto il cambiamento escogitando i 5 consigli, di cui parliamo. Ho cominciato poi a metterli in pratica e ne sono uscito alla grande, con nuovo spirito propositivo e grande forza interiore.

Non perdiamoci però in ulteriori commenti e partiamo.

1.Fermiamoci, respiriamo e capiamo la nostra condizione.

5 CONSIGLI PER RITORNARE IN FORMA
Ho inserito questa immagine perché esprime bene il concetto.

Non possiamo iniziare nessun tentativo di cambiamento se siamo in corsa, se siamo in movimento. Avete mai provato a pensare mentre si corre? Si certo, si può. Ma come sono i nostri pensieri? Chiari e definiti? Non credo. Sono confusi dalla fatica, dallo sforzo fisico. La vita di tutti i giorni ci spinge continuamente a correre più forte, a sforzarci e non fermarci mai. Se non decidiamo di fermare il nostro mondo non possiamo impostare alcun cambiamento. Dunque fermiamoci e chiudiamo gli occhi. Chiudiamo il mondo esterno fuori da noi stessi e riflettiamo sulla nostra condizione attuale. L’analisi interiore ci permetterà di stabilire gli obbiettivi e la strada per raggiungerli. Ad esempio: siamo insoddisfatti della nostra vita? Cerchiamo di capire quanto lo siamo e cosa ci manca davvero. Se affetto, amore, comprensione…Siamo incazzati con il mondo perché sottovalutati? Non assecondiamolo, ma è inutile combattere battaglie impossibili contro il mondo stesso.

Ricorda:

Facciamo scorrere l’acqua sporca e dissetiamoci quando arriverà quella pulita. Il mondo correrà sempre di più ma ce ne faremo una ragione, pensando solo ed esclusivamente al nostro benessere e non al resto. Il mondo ci giudica negativamente? Faccia pure, noi restiamo immobili per ritrovare la nostra strada.

2.Richiudiamo tutto il passato in uno scrigno segreto e nascondiamolo nel nostro profondo

Anche il nostro passato ci condiziona e ci rende schiavi di tradizioni e congetture varie. Non ci rende liberi di pensare al nostro cambiamento. Su questo aspetto avrei potuto consigliare di buttarlo via. No, il concetto è quello di tenerlo stretto, nel segreto del nostro io interiore, per ritrovaci lì nei momenti difficili. Apriamo in nostro scrigno dei nostri valori più profondi nei momenti difficili. In quei momenti abbiamo la necessità di ricordare a noi stessi chi siamo e da dove veniamo. Sono i valori che ci tengono in vita e di cui abbiamo bisogno di ritrovare la strada perduta.

Il passato è importante e può darci insegnamenti fondamentali ma noi dobbiamo vivere adesso, non ieri. Buttarlo via, invece, significherebbe rinunciare a noi stessi. Sprecare quanto costruito, nel bene e nel male, gettare in mare le esperienze maturate. No, questo mai. Richiudiamolo allora in noi stessi e apriamolo solo in caso di emergenza. Sarà la nostra cassetta di pronto soccorso.

5 CONSIGLI PER RITORNARE IN FORMA
Lo scrigno del nostro passato.

3. Stabiliamo nuovi obiettivi e il percorso per raggiungerli.

Questa fase è forse la più importante. Qui stabiliamo la nuova rotta da intraprendere. Quindi apriamo la nostra cartina e fissiamo il nostro punto di partenza e quello di arrivo. Uniamo con una linea i due punti, includendo qualche curva e qualche salita, con lo scopo di schematizzare possibili momenti di difficoltà. Ad esempio stabiliamo di assumere un atteggiamento diverso sul lavoro, più positivo ma nello stesso tempo critico. Pretendiamo di più dal mondo esterno e non diamoci per scontati. Ci hanno dato troppo volte per scontati.

Ricorda:

E’ l’ora di rivendicare le nostre priorità. Apriamoci agli altri ma siamo selettivi. Non concediamoci sempre e comunque. Facciamoci scegliere per quello che siamo e non per quello che dobbiamo dare agli altri. Siamo selettivi. Scegliamo noi. Insomma ognuno di noi dopo un’attenta riflessione sulla propria condizione di partenza saprà indicarsi la strada. Io ad esempio ho scelto si essere più selettivo sul piano sociale e non passare sempre solo per il buono di cuore pronto a morire per tutti. Pronto a morire per chi tiene a me, non più per tutti.

4.Facciamo meno ma portiamo a termine le nostre attività con 5 CONSIGLI PER RECUPERARE SE’ STESSI

Regole di vita fondamentali. Fare meno non significa essere improduttivi e evitare di lavorare con intensità. Significa non piegarci alla frenesia del mondo, all’arrivismo sfrenato che vediamo sul lavoro e nel sociale. Non carichiamoci di mille attività giornaliere senza portare a casa nulla, ma solo lo stress e la delusione per gli obbiettivi falliti. Poche attività chiare e ben definite ma svolte fino in fondo e con accuratezza. Liberiamoci di tutte le attività inutili e libereremo tempo per noi. Recuperiamo il tempo per leggere un libro o anche, in maniera futile, per sognare il nostro prossimo acquisto, se ci fa stare bene e migliora in nostro stato d’animo. Regalarci un’emozione ci farà del bene. Anche qui, non cose inutili ma cose che fanno bene a noi stessi. Non affliggiamoci, ma diamoci piacere.

5. Congratuliamoci con noi stessi, siamo arrivati.

Qualcuno suggerirebbe altre mille ulteriori consigli e cose da fare. Ma cosa abbiamo detto? Facciamo meno e portiamo a compimento le nostre attività. E’ ora di congratularsi, perché seguendo queste regole siamo ritornati a respirare. Stavamo affogando con la testa sott’acqua e ora siamo a galla. Stavamo combattendo contro i mulini a vento e ora abbiamo capito che è inutile. Dobbiamo fermarci nuovamente, questa volta per gratificarci. Facciamo del bene a noi stessi e gratifichiamoci, sempre. Anche se abbiamo commesso degli errori. E’ importante recuperare se stessi anche solo premiandoci.

Naturalmente questo porto di arrivo può diventare per ognuno di noi un nuovo punto di partenza, per ulteriori mete. Ma questo lo vedremo nelle prossime pagine. Ora rilassiamoci, respiriamo e torniamo a vivere davvero.

Se Avete anche voi i vostri, personali, 5 CONSIGLI PER RECUPERARE SE’ STESSI Condivideteli con noi.