emozione dietro lo sconto

Emozioni dietro lo sconto.

Nell’articolo INFORMAZIONI mi sono brevemente presentato. Vi ho detto sommariamente chi sono ma non cosa si prova a gestire un sito particolare come questo. E’ infatti giunta l’ora di rivelarvi qualcosa delle emozioni dietro lo sconto, cari lettori del Blog. Qualcosa che difficilmente troverete esposto in altri E-Commerce della stessa tipologia di Scontifissi.it. Vi sto per portare dietro le quinte della scena, nelle sue zone più impervie dello store, dove non troverete sconti e offerte speciali, ma emozioni vissute in prima persona.

Qui, in questo Blog, tutto è alla luce del sole. Sogni, speranze, illusioni, rabbie sono presentate così come nascono e vengono vissute tutti i giorni. Non voglio annoiarvi, ma allo stesso tempo desidero non nascondere nulla. Proprio nulla. Spero piuttosto che voi possiate addentrarvi fino in fondo e non si fermarvi solo a guardare la vetrina.

cominciamo ad avvicinarci all’emozione dietro lo sconto.

Quando ci avviciniamo a qualsiasi negozio, bar, ristorante o comunque a qualsiasi tipo di attività commerciale, la prima cosa che ci soffermiamo ad osservare è la vetrina. La vetrina potrà colpirci subito con i suoi colori e le sue luci o forse ci allontanerà per sempre. Ci invoglierà quindi ad entrare, per trovare magari dei prodotti e servizi interessanti o a scappare via lontano, immediatamente. Potrebbe anche deluderci e spingerci a passare oltre, in cerca di qualcosa di più bello e allettante. I prezzi esposti ci spingeranno a essere più curiosi oppure ci respingeranno definitivamente.

Difficilmente però ci inviteranno ad entrare per visitare le zone più nascoste all’interno. Quasi mai il gestore di quell’attività ci parlerà delle sue emozioni di tutti i giorni. Ci servirà un ottimo caffè, sicuramente, ma non verrà a parlarci dei suoi sogni.

Qui invece, in questo breve articolo, voglio portarvi proprio dietro le quinte del palco. Vicino a me, al mio fianco. Voglio mostrarvi come da qui giù si vive il sito Scontifissi.it.

Ma andiamo per gradi e partiamo dall’inizio, dall’emozione che ha dato il via a tutto questo tram tram di sensazioni.

Emozioni dietro lo sconto
Iniziamo da quella mattina noiosa…

Partiamo dall’inizio.

Era una mattina di fine Novembre 2020, una noiosa mattina di ferie da lavoro, quando scorrendo distrattamente le pagine di un libro di cui ho perso le tracce, mi balzò in testa l’idea di creare un E-commerce. Ricordo che il libro parlava di opportunità per inventarsi imprenditori e dopo aver fatto l’elenco di alcune banalissime occasioni da sfruttare sul web, introduceva l’idea di creare un negozio online. Non so cosa scattò in me, ma lanciai immediatamente via il libro e senza ancora aver creato nulla, cominciai a cercare 5 amici della mia rubrica telefonica annunciando la nascita del sito.

Proprio così. Del resto il libro suggeriva proprio di fare questo:. ”Crea un E-commerce e promuovilo subito tra i tuoi amici più cari.” Così si leggeva e cosi feci. Il problema che io il sito non l’avevo neanche iniziato, ma solo pensato.

Non avevo neanche un solo prodotto da vendere. Nella mia mente però io in mio negozio lo vedevo già. Aveva una una bellissima vetrina di prodotti luccicanti, con su scritto ScontiFissi. I miei 5 contatti telefonici, se un giorno leggeranno l’articolo, potranno confermare. Ma non è questo il senso del discorso.

Ancora non ci hai parlato di quest emozione dietro lo sconto.

Quello che voglio raccontarvi è che in una noiosa giornata di fine Novembre, dal nulla venne fuori un’idea, un nuovo progetto da realizzare, un nuovo sogno in cui credere. Dopo quei 5 messaggi inviati con Whatsapp non riuscii più a dire: ”Ma dai stavo scherzando!!!! Macché, ci avete creduto davvero?”. L’idea non mi lasciò tregua e iniziai a far correre la mia immaginazione. Arrivò l’ora di provarci per davvero

Così in brevissimo tempo trovai una geniale piattaforma web che offriva la possibilità di inventarsi imprenditori e immediatamente mi iscrissi al suo programma FREE. Questo per cominciare fin da subito a sperimentare la mia intraprendenza da venditore. Ma, come dicevo, l’idea corse più forte di me e il programma gratuito offerto dalla piattaforma non mi bastò subito più. Volli provarci sul serio. Stavolta non mollai tutto come altre volte, alla prima difficoltà, per scappare via impaurito. Decisi di investire tempo e denaro per quella che fino a quel momento era soltanto un’idea. Un pensiero che batteva forte nella mia mente, ma pur sempre una semplicissima idea. Non mi lasciò un attimo per tutta la giornata e mi spinse con grande emozione a fare un passo in più in avanti. Non mi permise di fermarmi mai, nemmeno di respirare un attimo. Stai perdendo tempo, mi urlava nell’orecchio, muoviti. Avresti dovuto già contattare 50 amici.

Allora capii che c’erano emozioni dietro lo sconto.

Capii immediatamente che Scontifissi.it era già nato da un pezzo dentro di me e più volte. Soltanto che io, come un semplice cliente, ne avevo osservato solo la vetrina ed ero andato via. Non ero entrato a vedere com’era il suo interno.

Quella mattina piovosa di fine Novembre, però quella vetrina sembrò diversa. Mostrò un aspetto familiare. Non fu certo il prezzo di qualche prodotto ad attrarmi, mi incuriosì invece una luce particolare in quello che osservavo.

Emozioni dietro lo sconto
Entrai nel negozio

Dissi tra me e me, che era solo l’impressione e che dovevo assolutamente andare via perché si era fatto tardi. La mia idea però mi trattenere e mi spinse ad entrare. Decisi di provare a vedere cosa c’era all’interno, pur sapendo che avrei perso ancora del tempo per le altre faccende più importanti.

Varcata la porta, in punta di piedi e in silenzio, cominciai a bisbigliare: ‘C’e’ nessuno? Scusate se sono entrato senza bussare, ma ho visto la vetrina e mi sono permesso di chiedere qualche informazione su quel bellissimo cappotto esposto. Da dentro non rispose nessuno. Mi sembrò proprio un piccolo negozio abbandonato. Feci ancora qualche piccolo passo in più e vidi una vecchia scopa appoggiata ad un muro, un secchio d’acqua che sicuramente serviva per pulire. Dissi tra me e me: ”Sicuramente il proprietario stava finendo di pulire e sarà andato a fare con urgenza qualche breve commissione”.

In quel preciso istante…

In quel preciso istante entrò un possibile cliente che come me, attratto dalla vetrina, varcò la soglia per chiedere informazioni su qualche prodotto per lui interessante. Il signore sulla 60ina disse: ”Buongiorno, passavo per caso da queste parti, ho visto la vetrina e sono entrato. Vorrei chiedere se quel cappotto può essere scontato. Vedo che è già in offerta, ma sa, con questa crisi, se si può avere un piccolo taglio al prezzo è sempre cosa gradita.” Io, indeciso sul da farsi, rimasi in silenzio, sperando che il proprietario tornasse per riprendere le redini del suo negozio.

Ma non successe nulla. Dopo qualche secondo di attesa il signore, con tono un pò infastidito, disse, rivolgendosi questa volta a me direttamente: ”Ma insomma, è lei o non è lei il titolare di questo negozio? ” Io restai in silenzio ancora un attimo ma immediatamente la mia idea, quella che si dibatteva forte nella mia mente, prese la palla al balzo e disse con assoluta certezza: ”Si certo, mi chiamo Francesco e sono il nuovo proprietario del negozio Scontifissi. Se non l’avessi fatto a parlarvi ora ci sarebbe un signore sulla 60ina e io starei a fare le solite, noiose, altre faccende.

Dove non arriva la nostra forza, nelle situazioni in cui abbiamo più paura, sono le nostre idee a tenerci a galla.

Benvenuti nel mio negozio. Questo è Scontifissi.it. Vivono emozioni dietro lo sconto.

Grazie e arrivederci.